Il sapere degli Antichi Greci è disponibile sia in formato cartaceo che digitale, anche in download gratuito. Bestseller di Amazon in Filosofia

martedì 21 luglio 2015

Scie chimiche? No, sono i soldati americani che “esportano la democrazia” in Vietnam.

Scie chimiche? No, sono i soldati americani che “esportano la democrazia” irrorando
le foreste del Vietnam con l'Agente Arancio. La follia umana non conosce limiti.

La follia umana non conosce limiti.

Bombe, raid, agguati, napalm e irrorazioni di defolianti tossici utilizzati per cercare di spazzare via una nazione.

La guerra del Vietnam è durata oltre 15 anni e ha causato tra uno e due milioni di vittime in totale.

L'operazione Ranch Hand aveva come obiettivo l’indebolimento e il logoramento dei nemici: privarli dei nascondigli offerti dalle foreste e portarli alla fame a causa della distruzione dei raccolti.

E' stato stimato che durante l'irrorazione dell'Agente Arancio - un defoliante altamente nocivo - erano presenti un numero compreso tra i 2,1 e i 4,8 milioni di persone.

20.000 raid, oltre 75 milioni di litri di erbicidi vari, 5 milioni di acri di foreste colpiti, 500.000 acri di raccolti gravemente danneggiati o distrutti, 400.000 morti per intossicazione e 500.000 bambini nati con disabilità a causa delle intossicazioni da Agente Arancio.

Ad oggi, sono ancora molte le aree che presentano pesanti contaminazioni del cibo, del suolo, di sedimenti e della fauna selvatica e che continuano ad esporre i vietnamiti alla diossina e ad altri agenti cancerogeni.

Dall'altra parte del mondo, i reduci di guerra americani soffrono di disturbi post traumatici da stress; molti di essi impazziscono e tanti altri ancora finiscono per suicidarsi.

Non ci sono parole per descrivere il male e la sofferenza indotti da simili dinamiche.

Ogni volta che l'umanità combatte contro se stessa raggiunge il punto più basso e infimo della sua storia.

L'assurdità della guerra, invece, può essere espressa con delle semplici parole:

esseri umani contro esseri umani, che distruggono le proprie esistenze obbedendo ciecamente agli ordini impartiti, senza comprendere che il fine di questa follia sociale consiste nel soddisfare la bramosia di potere e di profitto di un'élite di criminali.

La speranza è che un giorno, forse non troppo lontano, il potere dichiarerà l'ennesima guerra, alla quale però nessuno parteciperà.

Mirco Mariucci

Fonti:
“L'Agente Arancio sta ancora avvelenando il Vietnam” 

“Agente Arancio” su Wikipedia

Nessun commento:

Posta un commento